La Formazione Continua ha un nome: “Progetto CAMPUS”

12801101_1705468923067210_2923283062910929205_n-jpg-copia

Noi consideriamo che la formazione continua, cioè la possibilità di mantenere “attive” le abilità pratiche acquisite durante il proprio percorso formativo sia di vitale importanza.
Essa infatti contribuisce a scongiurare la paura di non farcela che può attanagliare il soggetto nell’estemporaneità della situazione d’emergenza.
La prontezza di riflessi e il corretto richiamo del protocollo di intervento sono infatti garanzia di un soccorso efficace ed efficiente in caso di necessità.

Perché, l’emergenza non va in vacanza e la reattività deve essere garantita 24 ore su 24′.
Per poter apprendere correttamente non basta un “tutorial” trovato nel web o la partecipazione a “mass-training” occasionali.

Alla base di un buon apprendimento vi sono metodologia didattica, formatori esperti, esperienza, supporti didattici di alta qualità, materiali per le simulazioni ad alta fedeltà, strutture ed ambienti adeguati e soprattutto una profonda cultura per il Soccorso.

E’ da qui che nasce il nostro “Progetto CAMPUS”.
Offriamo ad ogni nostro Provider la possibilità di mantenersi in allenamento, in base alle abilitazioni conseguite, esercitandosi insieme agli Istruttori di Formazione Salvavita.
Ogni Provider, dopo aver frequentato un qualsiasi corso DAN di Formazione Salvavita, riceve, periodicamente tramite newsletter, un avviso/richiamo al ri-addestramento.

Attraverso la procedura guidata presente sul nostro sito, egli può prenotarsi in piena libertà scegliendo anche la fascia oraria.

“Sono momenti di scambio importantissimi. La persona dopo il corso ha modo di consolidare quanto appreso, porsi quesiti e discuterli con l’ Istruttore trovando così sicurezza e consapevolezza”  sostengono Enrico Dotto ed Elisa Zeba, soci fondatori di Formazione Salvavita e Istruttori DAN.

“Noi non  “facciamo corsi” ma, piuttosto, “formiamo persone” e in un ambito delicatissimo quale è il soccorso alla vita. Il vero apprendimento non finisce mai” sostiene Luigia Pizzolo mentore dell’Associazione.

Un progetto innovativo, un grande investimento di cui andiamo molto fieri.
Ad oggi già tante persone hanno la possibilità di accedere direttamente al servizio tramite il nostro sito!

E già molti provider hanno sperimentato il progetto rimanendone soddisfatti.
Pensiamo sia un primo passo importante verso grandi orizzonti.

Intervieni Sapendo! 

Ti Aspettiamo ai nostri corsi, e successivamente ai ri-addestramenti del Progetto Campus!

Team
Formazione Salvavita

img_3342-copia

DAN Europe e FIGC insieme per maggiore sicurezza sui campi di calcio.

image_galleryRoseto degli Abruzzi, 26 aprile 2016La Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) ha scelto DAN Europe come partner per la formazione al primo soccorso e BLSD.

L’obiettivo della partnership nel 2016 è quello di formare e qualificare gli allenatori che operano a livello dilettantistico e nel Settore Giovanile all’intervento di primo soccorso. Si intende così accrescere la sicurezza sui campi di calcio, dove anche in competizioni di livello agonistico si sono verificati malori, in alcuni casi fatali.

I corsi si avvalgono della professionalità degli istruttori DAN Europe, che hanno risposto con entusiasmo a questa nuova sfida. La formazione è partita in tutta Italia nel mese di aprile ed i primi risultati sono impressionanti: a poche settimane dal lancio, infatti, sono già stati organizzati 30 corsi con il coinvolgimento di 230 istruttori qualificati, che hanno certificato 1000 provider. Si tratta di numeri destinati a crescere sensibilmente entro fine anno.

Grande la soddisfazione espressa dal Prof. Alessandro Marroni, Presidente DAN Europe. “DAN Training collabora da anni con importanti realtà, inclusi operatori sanitari, forze dell’ordine e squadre di soccorso – ha dichiarato il Prof. Marroni. Siamo felici di questa nuova partnership con FIGC, prestigioso organo nel panorama sportivo italiano, a conferma della qualità della formazione proposta”.

I programmi dei corsi erogati prevedono cenni di anatomia e fisiologia di base, verifica degli stati di coscienza, di shock e di normale respirazione, modalità in cui eseguire una corretta Respirazione Cardio-Polmonare (RCP) e come reagire prontamente in caso di arresto cardiaco improvviso. Il modulo sul defibrillatore include, oltre alle abilità di utilizzo, considerazioni legali e regole di manutenzione. I provider vengono infine addestrati alle manovre di disostruzione e apprendono come intervenire in caso di emorragia esterna.

Per maggiori informazioni sui corsi DAN: www.daneurope.org/training